Spazzola a secco

Progettate dal naturopata, realizzate in Italia da esperti artigiani, testate nei centri benessere:

– supporti in legno di faggio

– setole in fibra naturale di tampico (agave messicana)

 

LA STORIA   

                                 

 La “spazzolatura a secco” della pelle è un modo semplice ed efficace per favorire l’eliminazione delle tossine prodotte dal corpo. 

E’  antica pratica orientale, ripresa e promossa in Europa da molti medici naturopati come Sebastian Kneipp, padre dell’idroterapia nel movimento delle cure naturali.

La pelle svolge un ruolo fondamentale nella disintossicazione del corpo, eliminando con la sudorazione un quarto delle tossine da esso prodotte. Cellule morte e “sporcizia” ostacolano il processo, provocando possibili eruzioni cutanee, acne, e anche cellulite. 

La spazzolatura permette di eliminare molto più materiale di scarto rispetto a qualunque sapone.

 

BENEFICI DELLA SPAZZOLATURA A SECCO.

– La pratica quotidiana della spazzolatura a secco rimuove gli strati di pelle morta e le altre impurità, incentiva la crescita di nuove cellule donando una pelle liscia, compatta e luminosa.

– Favorisce la circolazione del sangue, tonifica la pelle e migliora il tono muscolare. 

– Ringiovanisce il sistema nervoso stimolando le terminazioni nervose della pelle.

– Rassoda la pelle prevenendo l’invecchiamento precoce.

– Agisce sulla linfa e sul sistema ghiandolare drenando i liquidi ed eliminando i gonfiori.

– Migliora la qualità del sonno. 

 

MODALITA’ D’USO

Usa la spazzola sul corpo asciutto.

Al mattino, di norma una volta al giorno per 5-10 minuti.

Con passaggi lunghi, inizia dalle mani, dorso e palmo, lungo le braccia verso le spalle.

Dal basso ventre allo sterno, e dietro, dai glutei alle spalle.

Dai piedi, pianta e dorso, lungo le gambe, al bacino, davanti e dietro.

Ricorda, la spazzolatura è sempre orientata verso il cuore.

Applica un’azione vigorosa dove la pelle è più spessa, più delicata sull’interno braccia, interno gambe e ventre.

Evita il trattamento sul viso e sulle zone con problemi cutanei, nei evidenti, cicatrici, ferite, eczemi, psoriasi, arrossamenti.

Se la pelle si arrossa è segno che la pratica è efficace, ma non insistere se provi fastidio.

Valuta l’intensità, la durata  e la frequenza della spazzolatura con la sensazione di “star bene” una volta completata.

Ascolta il tuo corpo e assecondalo.

 

MANUTENZIONE

– per pulirla sfregala su un bordo rigido

    × Contattami su Whatsapp